a-newyork.com
☰ Menù di sezione

Informazioni INFORMAZIONI

Sicurezza personale

Da sempre turisti e viaggiatori in tutto il mondo sono soggetti a rischio e presi di mira per truffe e furti. Seguire alcune semplici regole permette di ridurre il pericolo di questi eventi.
Il numero per le chiamate di emergenza è il 911.

Generali

Prima di partire annotare i dati dei documenti e i numeri delle carte di credito e conservali in un luogo differente dal portafoglio, inoltre conservare una copia dei documenti sullo smartphone/tablet. Se non si viaggia soli, dividire il denaro contante con altri adulti.

Aeroporto

Non mettere mai oggetti di valore, come contanti o gioielli, nelle valigie e se si ha bisogno di un facchino, scegliere solo a quelli in uniforme. Se si deve digitare o comunicare il numero di carta di credito al telefono, fare attenzione a non essere visti o ascoltati. Ai controlli di sicurezza ricordarsi di recuperare il portafoglio e gli altri oggetti di valore cercando comunque di tenerli nascosti da sguardi indiscreti. Usare solo taxi e mezzi di trasporto ufficiali. 

Albergo

Se qualcuno bussa alla porta della camera, e non si è ordinato nulla, telefonare alla ricezione per verificare se hanno mandato loro del personale. Non lasciare la chiave della camera in vista, non dimenticarla sul tavolo del ristorante, nella piscina o negli altri spazi pubblici dell'albergo anche se si tratta ti tessere con banda magnetica. Chiudere sempre bene la porta della camera perché a volte le molle utilizzate per la chiusura automatica sono usurate e non la chiudono bene ma la lasciano socchiusa. A volte le camere sono collegate tra loro, accertarsi che la porta di collegamento sia chiusa a chiave. Lasciare i valori nella cassaforte della camera e non lasciare il bagaglio incustodito tenendolo sempre in vista.

Passeggiando e guidando

Girovagando per la città non lasciare zaini o borse incustoditi e non mostrare di essere spaesati. Passeggiando attenzione ai borseggiatori, che a volte lavorano con complici per distrarre la vittima, in particolare nei luoghi affollati, negli ascensori o nelle porte rotanti. Il portafoglio riporlo nelle tasche anteriori dei pantaloni o della giacca, cercando di usare la carta di credito per evitare di portare molti contanti, inoltre non mostrare con sfarzo gioielli e oggetti di valore. Non usare gli sportelli automatici per prelevare contante nelle ore serali e notturne e durante queste ore evitare le strade secondarie e le zone commerciali dove generalmente uffici e negozi sono chiusi.
Se si guida, specie nelle ore notturne o in luoghi con scarso traffico, non fermarsi mai molto vicino alla macchina che precede, perché nel caso di tamponamento provocato da malintenzionati si può scappare senza rimanere bloccati. Parcheggiando l’auto in hotel guardarsi intorno per scoprire eventuali movimenti sospetti.
L’arresto di automobilisti per violazione dei limiti di velocità (inferiori a quelli italiani) o altre infrazioni stradali, è possibile. In caso si venga fermati dalla Polizia mentre si è alla guida, accostarsi e seguire scrupolosamente le istruzioni del poliziotto, in particolare non uscire dal veicolo e tenere le mani sul volante, quindi mostrare i documenti richiesti.
In caso di problemi con le Autorità locali di Polizia, come stato di fermo o arresto, si raccomanda sempre di informare l’Ambasciata o il Consolato italiano competente per la giurisdizione per la necessaria assistenza.

Terrorismo

Gli Stati Uniti sono presenti in diverse aree di crisi nel mondo e questo accresce la possibilità di attentati soprattutto nelle grandi metropoli. Le Autorità americane hanno adottato un’ampia gamma di misure di prevenzione, che vanno dai maggiori controlli alle frontiere, alla sicurezza degli aeroporti e dei porti, agli attacchi con mezzi chimici e batteriologici, alla protezione di centrali nucleari, delle infrastrutture civili.Gli intensificati controlli di sicurezza potranno comportare tempi più lunghi e difficoltà maggiori non solo nelle operazioni in aeroporto (check-in, passaggio al metal detector etc.), ma anche l’accesso a musei, edifici pubblici e altro.
Fonti
Stati Uniti d'America (Viaggiare sicuri)
Public Safety (City of New York)

Torna in alto