a-newyork.com
☰ Menù di sezione

Informazioni INFORMAZIONI

RISTORANTI E LOCALI

Ristoranti

Generalmente all’ingresso del ristorante c’è sempre una persona con vicino il classico cartello “Please Wait To Be Seated” che chiede quante persone siete e vi accompagna al tavolo. Quindi arriva un altro cameriere che porta il menù e chiede cosa si vuole bere.
Il classico menù americano è generalmente un po’ diverso dal nostro, ci sono gli Appetizers o Starters, gli antipasti, quindi il Main Course divisto tra Seafood (pesce) e Meat (Beef, Pork, Chicken, Burgers, ovvero manzo, maiale, pollo e hamburger), che è il piatto principale e comprende sempre anche il contorno e a volte anche un po' di pasta o riso. Le verdure cotte negli Stati Uniti sono generalmente quasi crude. Ci sono poi le Salads, insalate piuttosto ricche, ed eventualmente la Pasta e la Pizza.
La pasta meriterebbe un capitolo a parte perché per noi italiani è un argomento molto delicato. Si è vero frequentemente viene servita della pasta scotta ma non sempre è così. Se il ristorante è italiano e di buon livello probabilmente sarà servita con un corretto grado di cottura ma nei ristoranti che fanno parte di un franchising sarà verosimilmente scotta. Inoltre spesso è cotta in acqua senza sale e quindi sarà un po’ sciapa mentre i condimenti sono sempre abbondanti.
Infine ci sono il Dessert e il Children menu, quest’ultimo propone piatti unici pensati per i bambini e di solito comprende una bevanda e un dolce.
Se si ordina la carne, verrà chiesto il livello di cottura, rare (al sangue), medium (media), well done (ben cotta) mentre ordinando un’insalata il cameriere chiede il tipo condimento (dressing). Ce sono tanti, i più diffusi sono Blue cheese, Caesar, French, Italian, Ranch, Thousand Island, Vinaigrette.
Nei ristoranti di medio livello o catene di franchising, le bibite come Coca Cola offrono spesso la possibilità di riempire nuovamente il bicchiere quando si termina la bevanda al costo della singola consumazione.
Un’altra usanza piuttosto insolita per noi, è quella di chiedere portar via il cibo non mangiato, la cosiddetta doggy bag, quindi si può tranquillamente chiedere un “box” per il cibo avanzato. Negli Stati Uniti è normale, lo fa anche la ex-first lady Michelle Obama!

Locali

Le norme per la vendita di alcolici ai minori sono molto restrittive, quindi per i più giovani, anche se maggiorenni, conviene portare con se un documento d'identità (detto ID in inglese), perché potrebbe essere chiesto all'ingresso del locale. L'età minima per l'acquisto di alcolici è 21 anni.
Link utili
Migliori Ristoranti di New York City - TripAdvisor
Restaurants - NYC & Company, Inc.
Restaurants - Zagat

Torna in alto