a-newyork.com
☰ Menù di sezione

Informazioni INFORMAZIONI

VISTO PER NON IMMIGRANTI

Se non puoi viaggiare nell'ambito del Visa Waiver Program (Programma "Viaggio senza Visto") devi richiedere un visto che varia in base al motivo e alla durata della visita. Per viaggi temporanei ci sono i visti per non-immigranti e la domanda deve essere presentata presso l'ambasciata o uno dei consolati americani.
Tutti quelli che presentano domanda di visto, inclusi i bambini, devono pagare una tariffa non rimborsabile e non trasferibile di richiesta visto come non immigrante (MRV). Le tariffe variano da $ 160 a $ 265 secondo il tipo di visto. Potrebbero essere richieste ulteriori tasse come la tassa SEVIS, per un visto per studenti (F o M) o per visitatore per programmi di scambio culturale (J) e la tassa di reciprocità, da pagare a seconda del Paese di cittadinanza del richiedente e del tipo di visto.
Il possesso del visto non garantisce l'accesso negli Stati Uniti, infatti il Dipartimento di Sicurezza Nazionale (DHS - Department of Homeland Security) ha l'autorità di rifiutare l'ammissione e di limitare la durata del soggiorno negli Stati Uniti.

 (B) VISITATORE: AFFARI, TURISMO, CURE MEDICHE

Il visto per visitatori è un visto non immigranti per persone che desiderino entrare temporaneamente negli Stati Uniti per affari (B1), inclusa la partecipazione a meeting o conferenze professionali; per piacere, incluse vacanze, visite ai parenti o terapie mediche (B2) o una combinazione di entrambi (B1/B2) per un periodo massimo di sei mesi.

(C) TRANSITO negli STATI UNITI

La categoria di visto C1 è prevista, salvo qualche eccezione, per coloro che intendono transitare attraverso gli Stati Uniti, prima di raggiungere un altro paese come destinazione finale.
Se si dispone già di un visto valido di categoria B, è possibile utilizzarlo per il transito negli Stati Uniti. E’ anche possibile transitare attraverso gli USA ai sensi del Visa Waiver Program, se si è cittadini di uno dei paesi partecipanti e se ne posseggono i requisiti.

(D) MEMBRI DI EQUIPAGGIO

Il visto C1/D nasce dalla combinazione di due differenti visti, l’uno previsto a solo scopo di transito, l’altro destinato a membri di un equipaggio. E’ un visto per coloro che devono imbarcarsi su una nave o su un aereo come membri dell’equipaggio, per normali operazioni e servizi, e che richiedono anche il transito per raggiungere la nave o l’aereo su cui s’imbarcheranno. La sezione consolare emetterà un visto congiunto C1/D se il programma di reciprocità del paese di nazionalità del richiedente lo consente.
Ecco alcuni esempi di personale che necessita di tale tipologia di visto:
- pilota o assistente di volo su un aereo di linea
- comandante, ingegnere, o marinaio su una nave
- bagnino, cuoco, cameriere, estetista, o altro personale di servizio su una nave da crociera
- tirocinante a bordo di una nave scuola
Nota bene: il membro dell’equipaggio della nave o dell’aereo che richiede contemporaneamente un B1/B2 ed un C1/D pagherà solo una tassa di richiesta visto (MRV) e dovrà fissare un unico appuntamento per l’intervista. Anche il modulo DS-160 potrà essere unico, purchè riporti entrambe le doppie categorie C1/D e B1/B2..

(E1/E2) COMMERCIO/INVESTIMENTO

Visti per Commercio (E-1) e Visti per Investitori (E-2) sono visti non-immigranti per i cittadini di un paese con il quale gli Stati Uniti mantengono un trattato di amicizia, commercio e navigazione, e che vogliono andare negli Stati Uniti per le seguenti motivazioni: per esercitare un commercio significativo, principalmente tra gli Stati Uniti e il paese del trattato (E-1); o per sviluppare e dirigere le operazioni di un’impresa in cui il richiedente ha investito o è in procinto di investire una notevole quantità di capitale (E-2).
I Visti per Commercio e per Investimento sono stati istituiti per facilitare e migliorare l’interazione economica tra gli Stati Uniti ed altri paesi. Non sono stati concepiti come strumento per cittadini stranieri per andare in pensione o semplicemente stabilirsi negli Stati Uniti. La legge degli Stati Uniti (vedi paragrafo 101 (a) (15) (E) della Immigration and Nationality Act) prevede espressamente che i titolari di visto E-1, possono entrare negli Stati Uniti “esclusivamente per esercitare un commercio considerevole” e per i titolari di visto E-2, “esclusivamente per sviluppare e dirigere le attività di un’impresa” in cui si è investito. Inoltre, questi visti sono visti non-immigrati e quindi di natura temporanea. I Visti per Commercio/Investitori possono essere rinnovati o prorogati solo se l’investimento o il commercio continua a soddisfare tutti i requisiti e i regolamenti delle leggi sull’immigrazione degli Stati Uniti. Le persone che desiderano rimanere a tempo indeterminato negli Stati Uniti dovrebbero richiedere un visto di immigrazione appropriato.

(F/M) STUDENTE ACCADEMICO O DI LINGUE / STUDENTE PER STUDI NON ACCADEMICI/PROFESSIONALI

I visti di categoria “F” ed “M” sono visti destinati a coloro che intendono studiare negli Stati Uniti. Il visto “F” è per studi accademici ed il visto “M” per studi non-accademici o professionali.
Prima di poter fare domanda di visto F o M è necessario fare richiesta di iscrizione ed essere accettato da una scuola riconosciuta dal SEVP (Student and Exchange Visitor Program). È consigliato visitare il sito EducationUSA  per conoscere le opportunità di studio negli USA, ed il sito Study in the States  per la ricerca di scuole certificate dal SEVP.
Nel momento in cui lo studente viene accettato dalla scuola americana che intende frequentare, questi verrà iscritto nel sistema SEVIS (Student and Exchange Visitor Information System) e sarà tenuto a versare una tassa, almeno tre giorni prima della data prevista per il colloquio consolare. Istruzioni in merito alla tassa SEVIS I-901 saranno fornite dalla scuola americana che provvederà a generare i moduli I-20 per il richiedente principale ed eventuali familiari al seguito, da presentare al colloquio. Ciascun membro della famiglia deve ricevere il proprio I-20 e seguire le procedure di richiesta visto, senza tuttavia dover pagare la tassa SEVIS. Informazioni dettagliate sul programma SEVIS, la tassa, e le modalità di pagamento sono disponibili sul sito dell’Immigration and Customs Enforcement.
Con un visto F o M  sarà consentito entrare negli USA massimo 30 giorni prima della data d’inizio del programma di studio.
Coniuge e figli (non sposati e fino a 21 anni di età non compiuti) possono richiedere un visto di categoria F-2 o M-2 per poter accompagnare o raggiungere negli U.S.A. il richiedente principale, che dovrà essere in grado di dimostrare di poter mantenere se stesso e la propria famiglia negli Stati Uniti. Nonostante non sia richiesto il pagamento della tassa SEVIS per i familiari, la scuola dovrà rilasciare un modulo I-20 individuale per ciascun richiedente. I figli minori potranno frequentare istituti scolastici negli Stati Uniti.

(I) RAPPRESENTANTI DEI MEDIA e GIORNALISTI

Il visto di categoria “I” è un tipo di visto concepito per persone che desiderano entrare negli U.S.A. in qualità di addetto stampa, o addetto ad altri mezzi di comunicazione di massa, quale radio e cinematografia. Questa categoria di visto include anche coloro che svolgono mansioni fondamentali, pertinenti all’informazione dei media stranieri, per esempio: cronista, troupe televisiva, redattore e persone in simili mansioni.
Coniuge e figli (non sposati e fino a 21 anni di età non compiuti) possono richiedere un visto della stessa categoria per poter accompagnare o raggiungere in U.S.A. il richiedente principale, che dovrà essere in grado di dimostrare di poter mantenere se stesso e la propria famiglia negli Stati Uniti.

(J) VISITATORE PER PROGRAMMI DI SCAMBIO CULTURALE

Il visto J è dedicato ai partecipanti a programmi di scambi culturali promossi dal Dipartimento di Stato americano, finalizzati alla promozione di interscambi fra persone con conoscenze e particolari capacità nel campo dell’istruzione, delle arti e delle scienze. In questo programma sono inclusi:
- gli studenti di tutti i livelli d’istruzione;
- tirocinanti assunti da ditte, istituzioni o agenzie, che vengono finanziati per corsi di addestramento;
- insegnanti di scuola primaria, secondaria e di specializzazione;
- professori che desiderano insegnare o frequentare corsi superiori di specializzazione;
- studiosi nel campo della ricerca;
- coloro che desiderano seguire corsi professionali nel campo medico e paramedico;
- visitatori internazionali che viaggiano con l’intento di osservare, consultare, ricercare, imparare, partecipare o dare dimostrazioni di conoscenze e di abilità specialistiche o di seguire programmi organizzati per scambi individuali.
Prima di poter fare domanda di visto J è necessario fare richiesta di iscrizione ed essere accettato da una scuola riconosciuta dal SEVP (Student and Exchange Visitor Program). E’ consigliato visitare il sito EducationUSA  per conoscere le opportunità di studio negli USA, ed il sito Study in the States  per la ricerca di scuole certificate dal SEVP.
Nel momento in cui lo studente viene accettato dalla scuola americana che intende frequentare, questi verrà iscritto nel sistema SEVIS (Student and Exchange Visitor Information System) e sarà tenuto a versare una tassa, almeno tre giorni prima della data prevista per il colloquio consolare. Istruzioni in merito alla tassa SEVIS I-901 saranno fornite dalla scuola americana che provvederà a generare i moduli DS-2019 per il richiedente principale ed eventuali familiari al seguito, da presentare al colloquio in originale. Ciascun membro della famiglia deve ricevere il proprio DS-2019 e seguire le procedure di richiesta visto, senza tuttavia dover pagare la tassa SEVIS. Informazioni dettagliate sul programma SEVIS, la tassa, e le modalità di pagamento sono disponibili sul sito dell’Immigration and Customs Enforcement.
Con un visto J sarà consentito entrare negli USA massimo 30 giorni prima della data di’inizio del programma di studio.
Coniuge e figli (non sposati e fino a 21 anni di età non compiuti) possono richiedere un visto J2 della stessa categoria per poter accompagnare o raggiungere in U.S.A. il richiedente principale, che dovrà essere in grado di dimostrare di poter mantenere se stesso e la propria famiglia negli Stati Uniti.
Alcuni richiedenti di un visto J sono esenti dal pagamento della tassa SEVIS e della tariffa consolare MRV. L’esenzione è relativa ai visti J finalizzati a scambi culturali sponsorizzati dal Governo Statunitese che presentano sul Modulo DS-2019 l’inizio del numero del programma con G-1, G-2, G-3, or G-7, (ad esempio il Fulbright program). Tali richiedenti devono contattare via e-mail la sezione consolare in cui intendono presentare la domanda di visto per prenotare l’appuntamento.

 (H, L, O, P, Q, R) LAVORATORI TEMPORANEI o TIROCINANTI

Per poter lavorare temporaneamente negli Stati Uniti occorre un visto specifico, rilasciato in base alla tipologia di lavoro che il richiedente svolgerà.
E’ possibile richiedere un visto come lavoratore temporaneo unicamente dopo che il datore di lavoro abbia presentato la petizione I-129 e che l’USCIS (U.S. Citizenship and Immigration Services) l’abbia approvata. L’USCIS emetterà quindi un Modulo I-797 che reca un numero di ricevuta, necessario per poter procedere con la richiesta di visto. Esistono dei limiti numerici annuali relativi alle differenti categorie. Ulteriori informazioni sono disponibili, in inglese, nelle pagine Working in the U.S. e Temporary (Nonimmigrant) Workers del sito dell’USCIS.
Coniuge e figli (non sposati e fino a 21 anni di età non compiuti) possono richiedere un visto della stessa categoria, ad eccezione dei visti Q1, per poter accompagnare o raggiungere in USA. il richiedente principale, che dovrà essere in grado di dimostrare di poter mantenere se stesso e la propria famiglia negli Stati Uniti. (H1-B) Personale altamente specializzato
Per personale altamente specializzato con un elevato livello d’istruzione. In questa categoria rientrano anche progetti di ricerca e di sviluppo governativi o progetti di cooperazione gestiti dal Dipartimento della Difesa USA.
(H2-A) Lavoratori agricoli stagionali
Questa categoria si riferisce ai lavoratori agricoli di natura temporanea o stagionale.
(H2-B) Lavoratori temporanei o stagionali non agricoli
Questa categoria rientrano i lavoratori non agricoli con contratto temporaneo o stagionalei.
(H3) Tirocinanti (non medici o accademici)
Questa categoria si riferisce a coloro che si recano negli USA per un tirocinio che non sia medico o accademico. Rientrano in questa categoria anche i tirocinanti per la educazione dei bambini disabili.
(L) Personale trasferito all'interno di una stessa compagnia
Questa categoria si riferisce a personale trasferito all’interno di una stessa compagnia che, durante i tre anni precedenti la richiesta di visto ha lavorato continuativamente per almeno un anno per la compagnia e che è in procinto di essere assegnato ad una succursale, affiliata o consociata negli Stati Uniti, con mansioni manageriali, direttive o altamente specializzate.
(O) Persone dalle capacità straordinarie
Questa categoria si riferisce ad individui con una straordinaria abilità nelle scienze, nelle arti, nell’istruzione, negli affari, nel commercio, in campo atletico o che abbiano ottenuto risultati eccezionali in ambito cinematografico o televisivo e che siano riconosciuti a livello nazionale o internazionale per tali risultati. Questa categoria si applica anche a coloro che prestano servizi indispensabili a supporto del richiedente.
(P) Atleti, artisti o intrattenitori riconosciuti a livello internazionale
Questa categoria si riferisce ad atleti, a squadre sportive o a membri di gruppi di intrattenimento riconosciuti in campo internazionale, che partecipano ad una competizione o si esibiscono nell’ambito di un programma di scambio o di un programma culturalmente unico. Questa categoria si applica anche a coloro che prestano servizi indispensabili a supporto del richiedente.
(Q) Visitatore partecipante a programmi di scambio culturale internazionale
Questa categoria si riferisce ai partecipanti a programmi di scambio culturale internazionale finalizzati alla condivisione di storia, cultura e tradizioni del paese originario del richiedente.
(R) Lavoratore religioso
Questa categoria è relativa a coloro che intendono entrare negli Stati Uniti per lavorare con funzioni religiose in via temporanea. I lavoratori religiosi comprendono persone autorizzate da una organizzazione riconosciuta ad espletare mansioni religiose e altre attività solitamente svolte da membri autorizzati del clero di tale religione.

(A, G) Diplomatici, Rappresentanti Governativi, Personale di Ambasciata, Personale NATO

I visti di categoria A, G e NATO vengono rilasciati al fine di accreditare persone che ricoprono cariche ufficiali (purchè non si tratti di cariche ad honorem) presso organizzazioni governative o internazionali, e che sono in possesso di un documento di viaggio o di altri documenti attestanti la necessità di dover entrare o transitare negli Stati Uniti per eseguire transazioni di natura ufficiale per conto dell’organizzazione governativa o internazionale di appartenenza.
Normalmente, coloro che richiedono un visto di categoria A, G e NATO (fatta eccezione per il personale di servizio, di categoria A3, G5 e NATO7) sono esenti dal presentarsi per un’intervista. Il funzionario consolare si riserva comunque il diritto di convocare ogni richiedente per un’intervista, qualora le circostanze lo rendessero necessario.
Non è previsto il pagamento di alcuna tariffa per l’espletamento della pratica di visti A, G o NATO, nè eventuali tasse di reciprocità. Tali eccezioni vengono applicate anche agli impiegati domestici nelle categorie di visto A3, G5, o NATO7. I titolari di passaporto diplomatico sono esenti dal pagamento di qualunque tassa per l’espletamento della pratica o di reciprocità, indipendentemente dalla natura, ufficiale o non, del viaggio.

 (T) VITTIMA DEL "TRAFFICO"

I titolari di visti T sono stati vittime di una grave forma di tratta di persone. Il traffico di esseri umani, anche noto come tratta di persone, è una forma di schiavitù moderna in cui i trafficanti attirano i soggetti con false promesse d’impiego e di una vita migliore. I trafficanti spesso si approfittano di soggetti poveri e disoccupati che non hanno accesso ai servizi sociali. Lo stato di non immigrante T (visto T) protegge le vittime di traffico di esseri umani e consente loro di rimanere negli Stati Uniti per aiutare nelle indagini o in cause per traffico di esseri umani.
Le vittime del traffico possono ottenere lo stato T unicamente negli Stati Uniti. Per maggiori informazioni, si veda la pagina https://www.uscis.gov/portal/site/uscis. Il ruolo delle ambasciate e dei consolati USA è unicamente quello di elaborare le richieste per i familiari derivanti da quelli cui è già stato assegnato lo stato T negli Stati Uniti.

(U) VITTIMA DI ATTIVITÀ CRIMINALI

La classificazione di visto U è disponibile per vittime straniere qualificate di attività criminali designate che aiutano nelle indagini o nelle cause riguardanti attività criminali. I soggetti inviano direttamente una petizione all'USCIS e lo stato di non immigrante viene assegnato dall'USCIS tramite una petizione autorizzata. Entrambi i richiedenti, principale e derivativo, una volta ottenuto lo stato U possono richiedere visti U presso Sezioni Consolari all'estero. Lo scopo del visto U è quello di concedere alle vittime di determinati crimini uno stato legale temporaneo e la possibilità di lavorare negli Stati Uniti per un periodo massimo di 4 anni.
Fonti
Sito dell'Ambasciata degli Stati Uniti in Italia
Link utili
Visti non immigranti (Ambasciata degli Stati Uniti in Italia)
Richiesta visto per non-immigranti (Official U.S. Department of State Visa Appointment Service)
Categorie di visto USA non immigrante (Official U.S. Department of State Visa Appointment Service)
Bureau of Consular Affairs, U.S. Department of State

Torna in alto